LE OPERE DEL GRUPPO DEI GRAFFITTISTI NELLA COLLEZIONE TONELLI

Una parte interessante della collezione di Giancarlo Tonelli, costruttore edile di Terni e appassionato d’arte, è dedicata alle opere del gruppo dei graffittisti. Una generazione immersa nella dimensione metropolitana vissuta in tutti i suoi eccessi: dalla violenza alla droga. Centro di riferimento di questo retroterra culturale è New York e la nuova tecnica, alla portata di tutti, è l’utilizzo della bomboletta spray. Tra i maggiori rappresentanti di questa corrente Keith Haring. Una sua opera del 1983, esposta nella collezione di Giancarlo Tonelli, simboleggia il primitivismo a livello urbano e tecnologico. Oltre ad Haring, si possono ritrovare Michael Tracy, James Brown, Ronnie Cutrone e Kenny Scharf.

Il versante europeo viene invece rappresentato dagli artisti dell’est: Milan Kunc e Mark Kostabi. I due mescolano il surrealismo con l’iconografia kitsch e l’impostazione teatrale.

Artista nella collezione di Giancarlo Tonelli

Keith Haring – Artista nella collezione di Giancarlo Tonelli